Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID-19: INFORMAZIONI PER I CONNAZIONALI PRESENTI NELLA REPUBBLICA DI MOLDOVA

Data:

25/02/2020


COVID-19: INFORMAZIONI PER I CONNAZIONALI PRESENTI NELLA REPUBBLICA DI MOLDOVA

PER CHI SI TROVA NELLA REPUBBLICA DI MOLDOVA: LE MISURE DELLE AUTORITA' PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS COVID-19:


*** Covid-19: aggiornamento del 27.03.2020

La Commissione per le Situazioni Eccezionali della Repubblica di Moldova, riunitasi ieri 26.03.2020, adotta nuovi provvedimenti importanti, in vigore da oggi, 27.03.2020, tra quali si attira l'attenzione sui seguenti: 

- l’obbligo di portare sempre con sé un documento di identità;

- il divieto di trovarsi in luoghi pubblici in gruppi maggiori di tre persone, fatta eccezione per gruppi costituiti da membri della famiglia di primo e secondo grado (in linea diretta o collaterale), partner o altre persone con qualità di rappresentanti legali di un membro della famiglia.

- l’attribuzione al Ministero degli Affari Esteri e dell’Integrazione Europea della Repubblica di Moldova del ruolo di coordinamento nell'organizzazione di voli charter per i rimpatri dei cittadini.

Con riferimento al terzo punto non sono, pertanto, state decise autorizzazioni ad eventuali voli charter di rimpatrio.

Per altre informazioni, consultare il testo integrale del Decreto n. 6 del 26.03.2020

 

*** Covid-19: aggiornamento del 25.03.2020

Importante Comunicazione per i connazionali nella Repubblica di Moldova: le nuove restrizioni:

Oggi, 25 marzo 2020, entrano in vigore le nuove misure adottate dalla Commissione per Situazioni Eccezionali della Repubblica di Moldova con il Decreto n. 3 del 23 marzo 2020, tra cui occorre sottolineare le seguenti:

* E’ fatto divieto alle persone di età superiore a 63 anni, a partire dal 25 marzo 2020, di trovarsi fuori casa e negli spazi pubblici senza necessità urgente, ad eccezione di:

  • spostamenti per esigenze di lavoro, quando l'attività non può essere eseguita in remoto,
  • spostamenti per assicurarsi prodotti alimentari;
  • spostamenti per motivi medici, che non possono essere rinviati;
  • spostamenti per altri giustificati motivi che non possono essere rinviati (es. decesso di un membro della famiglia, necessità delle persone e animali da compagnia, ecc).

* E’ vietata, a partire dal 25 marzo 2020, la presenza delle persone negli spazi pubblici: parchi, foreste, aree gioco, campi sportivi, aree ricreative.

Inoltre, per tutti i cittadini stranieri che non hanno fatto in tempo a consegnare la domanda di rilascio / rinnovo del permesso di soggiorno si dispone la regolarizzazione. Si dispone altresì la proroga per coloro che non hanno rispettato l'obbligo di rientro nei propri Paesi di residenza dopo 90 gg di permanenza in Moldova, qualora si riscontri che gli impedimenti alla regolarizzazione si siano verificati a causa dei provvedimenti governativi in relazione all'emergenza sanitaria e che alla data di dichiarazione dello stato di emergenza i cittadini stranieri si trovassero legalmente nel territorio moldavo.

E' stato stabilito inoltre che non verranno applicate sanzioni a carico dei cittadini stranieri che lasceranno la Repubblica di Moldova entro 30 gg dalla data di revoca dello stato di emergenza sempre a condizioni che questi si trovassero legalmente sul territorio moldavo alla data di dichiarazione dello stato di emergenza.

 

Inoltre, a seguito della Decisione della Commissione per le Situazioni Eccezionali di ieri, 24 marzo, il calcolo del periodo di permanenza sul territorio della Repubblica di Moldova dei mezzi di trasporto introdotti da persone fisiche residenti e non, ai sensi dell'art. 1841 del codice doganale, nonché dell'art. 10 della Legge n.1569/2002, ove la scadenza dovesse cadere durante il periodo dello stato di Emergenza, si interrompe e sarà ripreso il giorno della revoca dello stato di emergenza.


*** Covid-19: aggiornamento del 18.03.2020

IL PARLAMENTO DELLA REPUBBLICA DI MOLDOVA DICHIARA IL 17.03.2020 LO STATO DI EMERGENZA SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

Si pubblica di seguito la traduzione non ufficiale in italiano del decreto sulla dichiarazione dello stato di emergenza, adottato ieri dal
Parlamento moldavo

DECRETO DEL PARLAMENTO
sulla dichiarazione dello stato di emergenza

Visto l’art. 66 lett. m) della Costituzione della Repubblica di Moldova e l’art. 12 della Legge n. 212/2004 sul regime dello stato di
emergenza, di assedio e di guerra;

Vista la dichiarazione dell’11 marzo 2020 della pandemia di coronavirus COVID-19 da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità;

Vista l’istituzione, il 13 marzo 2020, da parte della Commissione Nazionale Straordinaria per la Pubblica Sanità, del Codice Rosso di rischio epidemiologico di infezione da coronavirus COVID-19, valido su tutto il territorio della Repubblica di Moldova;

Il Parlamento decreta:

Art. 1 – Si dichiara lo stato di emergenza sull’intero territorio della Repubblica di Moldova nel periodo 17 marzo – 15 maggio 2020;

Art. 2 – Durante lo stato di emergenza, la Commissione per Situazioni Eccezionali della Repubblica di Moldova emetterà disposizioni al fine di mettere in atto le seguenti misure:
1) Istituire un regime speciale di ingresso e uscita dal Paese;
2) Istituire un regime speciale di circolazione sul territorio del Paese;
3) Introdurre il regime di quarantena e adottare un piano di misure sanitarie anti-epidemiche obbligatorie;
4) Identificare un regime speciale di lavoro per tutti gli enti;
5) Vietare lo svolgimento di raduni (assembramenti), manifestazioni pubbliche e di altri eventi in massa;
6) Disporre, ove necessario, la razionalizzazione del consumo di generi alimentari e di altri prodotti di prima necessità;
7) Coordinare l’attività di mass media in merito a:
        a) all'informazione della popolazione sulle cause e l’entità della situazione di emergenza, sui provvedimenti adottati per la
prevenzione del pericolo, la liquidazione delle conseguenze e la protezione della popolazione;
        b) familiarizzazione della popolazione con le regole di comportamento durante la situazione eccezionale;
        c) introduzione di alcune norme speciali di uso dei mezzi di telecomunicazione.

8) Modificare la procedura di nomina e licenziamento dei dirigenti degli operatori economici e degli enti pubblici;
9) Vietare, durante il periodo di emergenza, di licenziare i dipendenti, salvo i casi previsti dagli atti normativi;
10) Chiamare i cittadini a fornire servizi di pubblica utilità nei limiti previsti dalla legge;

11) Eseguire, secondo le modalità stabilite dalla legge, la requisizione di beni al fine di prevenire e far fronte alle conseguenze delle
situazioni che hanno richiesto la dichiarazione dello stato di emergenza;
12) Mettere in atto altre azioni necessarie al fine di prevenire, ridurre ed eliminare le conseguenze della pandemia da coronavirus COVID-19.

Art. 3 – Le disposizioni della Commissione per Situazioni Eccezionali della Repubblica di Moldova hanno un carattere obbligatorio e esecutivo per i vertici delle autorità della pubblica amministrazione centrale e locale, per i dirigenti delle entità economiche, degli enti pubblici, nonché per i cittadini moldavi e stranieri che si trovano sul territorio moldavo.

Art. 4 – Tutte le disposizioni della Commissione per Situazioni Eccezionali della Repubblica di Moldova entrano in vigore nel momento della loro adozione.

Art. 5 – Il Parlamento della Repubblica di Moldova provvederà ad informare entro 3 giorni dalla dichiarazione il Segretario Generale
dell’ONU ed il Segretario Generale del Consiglio d’Europa in merito al presente decreto e alle cause della sua adozione.

Art. 6 – Il presente Decreto entra in vigore il giorno dell’adozione e viene portato tempestivamente alla conoscenza della popolazione attraverso i canali media, con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale (Monitorul Oficial) della Repubblica di Moldova.

PRESIDENTE DEL PARLAMENTO
Zinaida Greceanii

N. 55,  Chisinau, 17 marzo 2020

 

*** Covid-19: aggiornamento del 15.03.2020

A partire dalla mezzanotte del 17 marzo e fino al 31 marzo, in Moldova viene interrotto tutto il il traffico aereo in arrivo e in partenza.
Interrotto anche il traffico internazionale su strada e ferroviario, con l'eccezione per il transito di diplomatici e di trasporti merci.

A partire dal 16 marzo è disposta la chiusura di tutti i punti di vendita al dettaglio, di ristorazione e di tutte le piazze di mercato. Fanno
eccezione le farmacie, i supermercati e le stazioni di rifornimento.

 

*** Covid-19: aggiornamento del 13.03.2020

A seguito della diffusione del Covid-19, le autorità moldave hanno dichiarato il passaggio al livello di allerta CODICE ROSSO in tutto il territorio della Repubblica di Moldova, che comporta le seguenti misure:

- A partire dal 15 marzo e fino al 31 marzo, si sospendono tutti i voli da e per Italia (in verità già sospesi), Francia e Spagna.

- A partire dal 16 marzo sono sospesi tutti i voli da e per Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Cipro, Germania, Irlanda, Regno Unito, Polonia, Portogallo, Romania.

- E' fatto divieto, fino al 31 marzo, alle compagnie aeree che operano voli ancora attivi verso la Moldova di imbarcare passeggeri che arrivano, con scalo, da Italia, Spagna, Francia, Germania, Cina, Iran e Corea del Sud e di di imbarcare passeggeri che non abbiano la cittadinanza moldava, con l’eccezione di apolidi e cittadini stranieri con residenza, domicilio o permesso di soggiorno in Repubblica di Moldova.

- Coloro che dovessero presentare sintomi al momento dell’ingresso nel Paese saranno sottoposti a test e ricoverati presso le istituzioni sanitarie specializzate. In caso di tosse, febbre, rinorrea o difficoltà respiratorie si raccomanda di contattare il numero di emergenza 112 oppure o l’Ospedale Clinico per le Malattie Infettive “Toma Ciorba” di Chisinau al numero 022/ 242480.

Con Decreto del Presidente del Consiglio, viene annunciata altresì la decisione di chiudere la frontiera "in alcuni punti" (sia al confine moldavo che al confine ucraino), che poi saranno identificati.

E’ interrotta inoltre la circolazione internazionale su strada e su ferrovia.

Per maggiori informazioni si rimanda alla Linea Verde attivata dall’Agenzia Nazionale per la Sanità Pubblica della Repubblica di Moldova, contattabile al 080012300.

 

*** Covid-19: aggiornamento del 10.03.2020

Si comunica che le Autorità Moldova hanno sospeso tutti i voli da e per Italia dal 12 marzo al 31 marzo.

 

*** Covid-19: aggiornamento del 9.03.2020

Ai sensi del DPCM 09/03/2020, sono da evitare tutti i viaggi e gli spostamenti per turismo all’estero come sul territorio nazionale. La dichiarazione dell’OMS con cui si classifica COVID-19 come “pandemia” sta comportando l’adozione di misure restrittive (sospensione del traffico aereo, divieto di ingresso, respingimento in frontiera, quarantena obbligatoria, accertamenti sanitari) da parte di tutti i Paesi del mondo, con scarso o nessun preavviso.

SI RACCOMANDA DI EVITARE OGNI VIAGGIO/SPOSTAMENTO NON ESSENZIALE e non motivato da ragioni di lavoro, comprovato stato di necessità o motivi di salute.


*** Covid-19 (Nuovo coronavirus) - Misure di prevenzione. Aggiornamento del 02.03.2020

A seguito della diffusione del Covid-19 (Nuovo coronavirus), le autorità moldave hanno adottato le seguenti misure di prevenzione:

I passeggeri provenienti dall’Italia saranno sottoposti all’aeroporto di Chisinau a rilevazione della temperatura con termoscanner e dovranno compilare una scheda epidemiologica, impegnandosi a misurarsi la temperatura a casa per tre volte al giorno. Coloro che dovessero presentare sintomi al momento dell’ingresso nel Paese saranno sottoposti a test e ricoverati presso le istituzioni sanitarie specializzate.

In caso di tosse, febbre, rinorrea o difficoltà respiratorie si raccomanda di contattare il numero di emergenza 112 oppure o l’Ospedale Clinico per le Malattie Infettive “Toma Ciorba” di Chisinau al numero 022/ 24 24 80.

Per maggiori informazioni si rimanda alla Linea Verde attivata dall’Agenzia Nazionale per la Sanità Pubblica della Repubblica di
Moldova, contattabile al 080012300, ed al Focus Coronavirus presente sulla home page di questo sito.

 

*** Covid-19 (Nuovo coronavirus) - Misure di prevenzione. Aggiornamento del 28.02.2020

I connazionali che si trovino nella Repubblica di Moldova e che presentino sintomi ricollegabili al COVID-19: tosse, febbre, rinorrea (naso che cola), difficoltà respiratorie, sono invitati a chiamare tempestivamente il pronto soccorso al numero d’emergenza 112 oppure a contattare l’Ospedale Clinico per Malattie Infettive “Toma Ciorba” di Chisinau al numero 022 / 242480 (informando eventualmente anche quest’Ambasciata al numero di emergenza +373 68 303333).

I cittadini italiani che giungano nel Paese dall’Italia saranno sottoposti alla misurazione della temperatura e dovranno compilare e firmare una scheda epidemiologica, impegnandosi a misurarsi la temperatura tre volte al giorno.
Coloro che dovessero presentare sintomi al momento dell’ingresso nel Paese saranno sottoposti a test e ricoverati presso le istituzioni sanitarie specializzate.

Per maggiori informazioni, chiamare la Linea Verde dell’Agenzia Nazionale per la Sanità Pubblica della Repubblica di Moldova al numero: 080012300.

*** Covid-19 (Nuovo coronavirus) - Misure di prevenzione. 25.02.2020

A seguito della diffusione del Covid-19, le autorità moldave hanno adottato i seguenti provvedimenti all'aeroporto internazionale di Chisinau, dove i passeggeri provenienti dall’Italia saranno sottoposti a rilevazione della temperatura con termoscanner e saranno informati in merito alle misure di prevenzione del nuovo coronavirus.

**********************
Pagina creata il 25.02.2020


398